DreamVideo è un digital magazine mensile con focus specifico sulla produzione e post-produzione video, rivolto a videomaker e filmmaker, che siano professionisti o semplici appassionati.    |     Anno XIV nr.169-2024    |     ISSN 2421-2253

Le telecamere broadcast (3)

 

La telecamera a colori contiene al suo interno un sistema ottico che separa la luce in ingresso nei suoi componenti colore rosso, verde e blu. 

Il tipo e la qualità del sistema ottico di separazione dei colori determina non solo l'accuratezza con la quale la camera riproduce i colori ma anche la disposizione fisica dei rilevatori e determina l'intero progetto della telecamera.

In passato e attualmente sono stati utilizzati i seguenti sistemi di separazione dei colori:

  • Sistema a una via.
    Un rilevatore singolo con la separazione dei colori ottenuta con filtri posti sopra ogni singolo elemento  del rilevatore (questo sistema è in genere utilizzato per le camere amatoriali). Sistema a una via.
     

  • Sistema a due vie.
    Un prisma che separa l'immagine in due componenti, una di luminanza e l?altra di crominanza.
     

  • Sistema a tre vie.
    Un prisma che separa l?immagine in tre componenti, si ottengono tre immagini secondo i colori rosso, verde e blu.

Il potere di risoluzione nelle zone estrema della banda (verso nero e verso bianco) nei rilevatori a una via viene seriamente compromesso.

Nei sistemi a due vie (luminanza e crominanza) il risultato risulta critico nella zona dei neri e dei bianchi.

Le telecamere broadcast utilizzano solo il sistema di separazione dei colori a tre vie.

Il sistema di separazione dei colori a tre vie viene chiamato "prisma dicroico". Esso divide il raggio di luce in ingresso in tre raggi secondo i tre colori R, G, e B tramite riflessioni attraverso tre prismi le cui superfici di riflessione sono trattate con coating dicroico e tre filtri di trimming.

Alla fine del percorso ottico al rilevatore del rosso arriverà solo luce rossa, al verde solo luce verde e al blu solo luce blu pertanto ogni rilevatore eseguirà una scansione solo rispetto a quella componente colore trasformando l'informazione unitaria di somma in ingresso alla camera in tre segnali elettrici distinti secondo i tre colori primari.

Esistono anche rilevatori che lavorano non in RGB ma secondo i complementari ovvero magenta, ciano e giallo ma vengono utilizzati solo per applicazioni dedicate.

La costruzione del prisma dicroico è estremamente costosa e i segreti industriali e brevetti in proposito sono molto ben custoditi.

I vetri, il loro progetto, le caratteristiche di riflessione, il disegno del prisma, il tipo di coating dicroico, come viene realizzato e con quali materiali non viene divulgato se non per sommi capi.

Le tecnologie di cui oggi è possibile disporre hanno portato alla realizzazione di prismi dicroici di estrema accuratezza e soprattutto con un assorbimento di luce in transito estremamente bassa.

Nominalmente il prisma dicroico di una camera broadcast possiede F=1.5 (anche F=1.4) ovvero lo stesso delle ottiche per la TV più veloci.

Per la TV HD è necessario scendere ulteriormente ed è possibile arrivare a F=1.2 ma a costi proibitivi.

 
Autore: Rolando Pellacani
 
 
videomakers, filmmakers, videomaker, filmmaker, video editing, forum, risorse, gratis, download videomakers, filmmakers, videomaker, filmmaker, video editing, forum, risorse, gratis, download videomakers, filmmakers, videomaker, filmmaker, video editing, forum, risorse, gratis, download videomakers, filmmakers, videomaker, filmmaker, video editing, forum, risorse, gratis, download Forum Dreamvideo per videomakers, telecamere, editing video, editing audio, streaming videomakers, filmmakers, videomaker, filmmaker, video editing, forum, risorse, gratis, download
videomakers, filmmakers, videomaker, filmmaker, video editing, forum, risorse, gratis, download videomakers, filmmakers, videomaker, filmmaker, video editing, forum, risorse, gratis, download